Lancio dell'evento

Marcello Trentini, il “Mago” di Torino Ambasciatore della cucina italiana

Anche per il 2019 ha confermato la Stella Michelin. A Torino, la sua città, per il tutti è il Magorabin, ovvero il Mago. La sua è una cucina piemontese rivisitata dal suo eccelso gusto, mischiato alla capacità di trasformare in arte pura la realizzazione di un piatto. Per i sapori, le idee, gli accostamenti.

Quest’anno, nel corso della quarta edizione di Food & Wine in Progress, lo chef Marcello Trentini, sarà premiato dalla Federazione Italiana Cuochi (Fic) con il titolo di “Ambasciatore della cucina italiana”.

Un ospite di lustro della manifestazione che il 1 e il 2 dicembre si terrà alla stazione Leopolda a Firenze. Trentini è una un motivo di grande orgoglio della cucina italiana e un sinonimo di unione tra la valorizzazione dei grandi prodotti del territorio, profondo studio e innovazione.

La storia di Marcello Trentini è un’ebollizione di talento, di ispirazione, cultura della vita e dell’arte. Prima di diventare il “Magorabin” di Torino studiava cinema ed era affascinato dalle filosofie indiane e dal vegetarianesimo. Poi, la svolta. Nel 2003 (insieme alla sua compagna sommelier Simona Beltrami), apre il ristorante “Magorabin”, una sorta di mito oggi nella città sabauda. Il nome lo si deve alla nonna, precisamente alle novelle che ascoltava da lei nella sua infanzia. Marcello, in più di un’occasione, ha raccontato la figura di un uomo nero, il Magorabin, che portava via tutti i bambini cattivi.

Geniale dall’inizio, dalle fondamenta e dalle idee che lo hanno lanciato tra i migliori chef d’Italia. La sua ristorazione è caratterizzata dalla cura maniacale dei dettagli e dalla sensazione che tutto quello che circonda il cliente sia speciale. Come la gestione della sua brigata: “Nella nostra cucina tutti sono gentili, parlano piano, dicono per piacere e grazie – ha spiegato in un’intervista rilasciata al Gambero Rosso -. È un karma di armonia e serenità che si trasmette anche il sala. Se cucini con amore, passione e serenità, le stesse sensazioni le prova anche a chi sta gustando i tuoi piatti. Il cibo deve trasmettere emozioni”.

Quando gli viene chiesto di descrivere il lavoro dello chef, lui traccia una linea lontana dalla ribalta mediatica: “Non bisogna lasciarsi ingannare dalle trappole mediatiche legate al lavoro dello chef: è un lavoro duro, faticoso, che richiede sacrifici e dedizione quasi totale, soprattutto nei primi anni. Tutta la mia vita è dedicata alla ristorazione, anche quando dormo”.

Il ristorante Magorabin, proprio in questi mesi ha subito una delle evoluzioni del suo creatore Trentini, a pochi metri dalla storica insegna. Più spazi, una cucina creata su misura, nuove luci, uno spazio chef’s table, in cui il genio dello chef si esalterà in piena libertà. Oltre al ristorante, prenderà vita anche Magorabin Alimentari, una bottega come quelle di una volta, con prodotti di ricerca, laboratorio di panificazione e la possibilità di gustare alcuni piatti o le idee di abbinamento del Mago a tutte le ore.

Ristorante Magorabin

Corso San Maurizio 61b – Torino

Telefono: 011 812 6808

 www.magorabin.com