Eventi

“La qualità toscana nel piatto”, il contest riservato alle Lady Chef

“La Qualità Toscana nel Piatto” è il prestigioso contest che si terrà nel corso della rassegna di enogastronomia “Food & Wine in Progres” e organizzato dal comparto “Lady Chef” della Toscana e rivolto a tutte le Lady Chef della Federazione Italiana Cuochi. Ogni concorrente dovrà preparare 4 mezze porzioni per la giuria + una porzione da presentazione, oltre a una serie di finger food (circa 100) da far degustare ai partecipanti del convegno che precederà il contest: “Il PSR Toscano 2014 – 2020 a sostegno del cibo di qualità”, organizzato dalla Regione Toscana. 

*La durata della gara è di 20 minuti per ogni concorrente (batteria unica su 7 postazioni). L’iscrizione è gratuita ed è aperta a tutte le Lady Chef associate FIC.

Le iscrizioni verranno vagliate e selezionate da una giuria tecnica che prenderà in considerazione creatività e coerenza con il programma richiesto. Le sette ricette che avranno ottenuto il maggior punteggio verranno proposte alla manifestazione. La ricetta che vincerà sarà scelta da una giuria specializzata composta da 1 cuoco, 1 delegato della Regione Toscana, 1 giornalista, 1 blogger eno-gastronomico.

La richiesta dovrà essere compilata, inviata ed accettata tramite mail all’indirizzo email: urctformazione@gmail.com

*Termine dell’iscrizione: 24 novembre 2018


PROGRAMMA RICHIESTO

E’ richiesta una ricetta con l’applicazione di tecniche e concetti all’avanguardia in cui venga utilizzato:

A – almeno 1 prodotto PIF tra i 4 presenti al workshop ovvero:

– Carne bio , Capofila Agriambiente Mugello
– Farro IGP, Capofila Consorzio Farro della Garfagnana
– Pecorino Toscano DOP, capofila Caseificio Sociale di Manciano – Pasta toscana gluten free, capofila Rete Qualità Toscana

B – uno o più prodotti DOP/IGP riconosciuti dalla Toscana – (vedi elenco allegato).

 

PREPARAZIONE

Tutte le preparazioni dovranno essere servite al piatto individuale, eseguite nelle postazioni messe a disposizione della struttura (piastre a induzione principalmente).

L’organizzazione, si riserva il diritto di penalizzare nel caso di inosservanze delle norme Haccp e delle norme igieniche sanitarie standard.
Per quanto concerne le attrezzature il candidato dovrà mettersi in contatto con l’organizzazione per definire le proprie esigenze ed essere nella condizione di realizzare il proprio piatto, si consiglia ad ogni modo di provvedere il più possibile in autonomia a quanto di necessità.

La realizzazione e presentazione del piatto avverrà contestualmente in una batteria unica composta dalle 7 finaliste che avranno raccolto il maggior gradimento della giuria che valuterà tutte le ricette pervenute entro i termini corredate di fotografia e ricetta indicata per n. 4 persone.

E’ ammesso l’uso di materie prime già pulite e porzionate, ma non cotte e confezionate. E’ altresì ammesso l’uso di prodotti preconfezionati che richiederebbero lunghi tempi di lavorazione (brodi, fondi di cucina non salati, alimenti già marinati).

 

CRITERI DI VALUTAZIONE DEL CONCORSO

Mise en place e pulizia punti 0 – 15

  • Capacità di organizzare il proprio lavoro, rispetto dei tempi di esecuzione, capacità di predisporre e riordinare attrezzature;
  • Rispetto dei programmi e degli orari stabiliti;
  • Pulizia ed ordine durante le fasi di lavorazione;
  • Efficacia delle tecniche impegnate.
  • Preparazione Professionale punti 0 – 35
  • Corretta manipolazione e conservazione degli alimenti, rispetto delle norme igieniche;
  • Corretta cottura degli alimenti;
  • Corretto uso delle grammature e delle porzioni;
  • Corretta impostazione della ricetta;
  • Disposizione pulita ed ordinata dei cibi nel piatto senza guarnizioni artificiali;
  • Uso di tecniche di confezionamento efficaci che non comportino inutile perdita di tempo;
  • Uso di piatti e porcellane sobri ed adatti ad esaltare il cibo in esso contenuto.

  • Aspetto estetico e sapore punti 0 – 50
  • Aspetto estetico ed impatto cromatico piacevole ed elegante;
  • Sapore gradevole in armonia con il tipo di alimento impiegato;
  • Uso corretto dei condimenti.
    Non sono ammessi mezzi punti

  • GIURIA, PREMI E RICONOSCIMENTI
    Il concorso prevede la premiazione del primo classificato con un cesto di prodotti dei Consorzi presenti.

  • Le decisioni della giuria sono definitive ed inappellabili; non sono ammessi ricorsi.
  • I concorrenti devono intervenire in DIVISA PERFETTA: Cappello (no bandana ecc), giacca bianca FIC e pantalone nero, scarpe nere antinfortunistiche.

DISPOSIZIONI

  • E’ ammesso l’uso in maniera corretta di qualsiasi tipo di textura
  • Nel contest non è ammesso presentare i cibi sui piatti da buffet
  • Non è ammesso l’uso di “zoccoli” realizzati in materiale non commestibile; i crostini e crostone di pane sono ammessi
  • Non è ammesso l’uso di tovaglioli in stoffa o in carta, tranne per accompagnare le  “preparazioni fritte”.
  • I bordi dei piatti, non devono essere ingombrati dai cibi, evitare il senso di disordine e di  scarsa considerazione dell’igiene che ne deriverebbe.
  • La preparazione deve risultare corretta e confezionata con la tecnica culinaria più
    appropriata
  • I cibi devono avere un aspetto naturale e gustoso
  • L’uso di addensanti artificiali è consentito solo per le creme e le salse emulsionate.
  • I vegetali devono risultare tagliati o torniti in modo uniforme

  • 9. TOSCANITÀ DEI PIATTI

Considerato che il contest nasce dalla volontà delle Lady Chef Toscane in collaborazione con Regione Toscana ed ha luogo in una manifestazione che parla di cucina toscana, si chiede che i piatti proposti abbiano un richiamo alla toscanità nella presentazione e nell’utilizzo di materie prime di qualità legate al territorio toscano, di mare o di terra.

SCARICA QUI IL MODULO D’ ISCRIZONE: MODULO ISCRIZIONE LADY CHEF